Flags4Rights – 100 bandiere per i diritti

Una mostra a cielo aperto di 100 opere d’arte realizzate da bambini e ragazzi di tutto il mondo installate nel centro storico di Reggio Emilia in occasione del 30° anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e della Adolescenza.

Secondo il Rapporto “Infanzia Rubata” del 2019 di Save The Children, quasi 700 milioni di bambini vengono derubati dei diritti della loro infanzia.

Oltre a fattori come la malnutrizione, l’assenza di cure mediche, l’impossibilità di accedere a un'istruzione adeguata, negli ultimi anni si è aggravato pesantemente il bilancio di bambine e bambini che soffrono perché coinvolti in aree di conflitto.

Oggi, nel mondo, sono circa 31 milioni i minori che sono stati costretti a fuggire dalle proprie case nel tentativo di mettere in salvo la propria vita, e solo nel 2016 sono stati uccisi 53.000 bambini in seguito a violenze, di cui il 64% in Medio Oriente e Nord Africa.

In occasione del 30° Anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia, la città di Reggio Emilia ha richiamato l’attenzione sui diritti dei bambini che ancora oggi sono negati in molte parti del mondo.

I disegni dei bambini sono diventati le bandiere dei diritti che hanno trasformato la città di Reggio Emilia in una mostra a cielo aperto da novembre 2019 a marzo 2020. Un repertorio di disegni e segni grafici ingenui o consapevoli, di giovani artisti e disegnatori di ogni parte del mondo, alcuni dei quali provenienti da campi profughi. Un collage al quale hanno contribuito anche i bambini di Reggio Emilia con i disegni delle bandiere istituzionali e con un percorso dedicato ai diritti svolto nei nidi e nelle scuole dell’infanzia del Comune di Reggio Emilia.

«Abbiamo voluto e cercato di lasciare il più possibile quella che era l’impronta scelta dai bambini, segni grafici a volte ingenui a volte consapevoli di questi artisti dalle più diverse età.»

«Le immagini risultanti sono vivide, potenti e trasmettono distintamente la voce individuale, in quanto i bambini che vivono ed esistono in condizioni estreme e disumane, producono una narrazione visiva intensa e brutale, ma eccezionalmente coerente e chiara.»

«Proteggere i minori, significa anche investire sui diritti negati. Sul diritto all’istruzione, ad esempio.»

Disegni non sui diritti ma dai diritti, negati, vissuti, perduti, sognati.

L’iniziativa ha attivato una fitta rete di partner che hanno lavorato insieme per realizzare la mostra a cielo aperto con il patrocinio di numerose realtà nazionali e internazionali. Il tema dei diritti è stato oggetto della giornata del 7 gennaio 2020, Festa del Tricolore dedicata per l’occasione ai diritti dell’Infanzia e della Adolescenza.

Hanno abbracciato il progetto anche il mondo sportivo, con la discesa in campo delle bandiere alle partite di Rugby, Basket e Calcio reggiano, iniziative aperte alla città come il primo Instameet a tema bandiere o le passeggiate tra le bandiere.

Scrivici

Desideri contattare Fondazione?

Scrivici

Resta aggiornato sugli eventi e le novità di Fondazione Reggio Children

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter